martedì 24 dicembre 2013

Presepi viventi in provincia di Lecce



Presepi Viventi in Provincia di Lecce
-     Casarano: Il Frantoio ipogeo di Casarano celato sotto il manto stradale del centro storico, in questi giorni si illumina con la nascita del Bambinello. La città riscopre così la sua anima antica “rispolverando” gioielli architettonici come i palazzi nobiliari ma anche case a corte e casupole abbandonate incastonate tra i vicoli e stradine che in questi giorni si rianimano grazie ai volontari dell’associazione  Amici del Presepe, ormai da 18 anni interpreti  e organizzatori del grande presepe vivente con oltre 100 personaggi in costume d’epoca. Partendo da Piazzetta d’Elia ha inizio il percorso nella Casarano di un tempo con oltre 24 botteghe di mestieri artigiani che si susseguono riportando nel centro storico colori, suoni e odori ormai quasi esistenti.
Il presepe vivente di Casarano è aperto nei giorni 25 26 e 29 dicembre e 1, 5 e 6 gennaio, dalle 17 alle 21.

-   Castro: Castro vive il Natale nella cornice medievale del suo passato più suggestivo e torna ad essere contea ricca e prosperosa. Alla sesta edizione di “Natale in contea” prende parte tutto il paese coordinato dall’associazione Castro Medievale. Natale in contea prende vita nei giorni 25 e 26 dicembre, 1 e 5 gennaio, dalle 16 alle 20.

-         Frigole: Il profumo delle “pittule” e una brezza di salsedine pervadono il Natale di Frigole. Decine di fiaccole, poste ai crocicchi delle strade d’ingresso  del piccolo borgo rischiarano le notti natalizie e conducono alla seconda edizione del presepe vivente frigolese, allestito dai giovani dell’associazione di promozione sociale Allegria.
Il presepe è visitabile nei giorni 25, 26 e 29 dicembre, 1 e 6 gennaio, dalle 17:30 alle 19:30.

-  Gemini: Si apre l’ottava edizione del presepe vivente. Dalla scena dell’Annunciazione allestita in via Micca, prende vita il percorso sui basoli del borgo antico della piccola frazione di Ugento che si fa scenografia con  i prospetti dei secenteschi palazzo Piccino, palazzo Riso e Palazzo Macrì.
Il presepe di Gemini è visitabile nei giorni 25, 26 e 29 dicembre, 1 e 6 gennaio, dalle 17:30 alle 21.

-         Giorgilorio (Surbo): Tra una vecchia chiesetta diroccata e un frantoio ipogeo, solo nei giorni di Natale,  a Surbo si materializza un villaggio d’altri tempi. A fare da cornice alla seconda edizione del presepe vivente, allestito lungo la strada che da Surbo conduce a Giorgilorio, ci sono anche gli ulivi e la macchia mediterranea.
Il presepe vivente prende vita nei giorni 25 e 26 dicembre, 1 e 6 Gennaio dalle 17 alle 21

-         Lizzanello: L’associazione Orfeo propone presso la masseria Eleno, tra mura abbandonate da tempo ma ancora intrise di storia e racconti di fede, i massari i contadini e i pastori un bellissimo presepe vivente, visitabile il 25 26 e 29 dicembre  e 1  e 6 gennaio ore 17 alle 20:30.

-      Maglie: Il profumo intenso delle arance inebria il presepe vivente di Maglie. Contadini e artigiani del Salento di inizio secolo animano il giardino del convento delle suore vincenziane.
Il presepe vivente di Maglie si inaugura il 25 dicembre alle 18 ed è visitabile nei giorni 26 e 29 dicembre, 1 e 6 gennaio, dalle 17 alle 21.

-    Matino: La stella cometa incorona il cielo di Matino e illumina piazza San Giorgio per la seconda edizione del presepe vivente allestito dai volontari dell’associazione Amici del presepe.
Il presepe vivente è aperto nei giorni 26 dicembre, 1 e 6 gennaio dalle 18 alle 21.

-    Monteroni di Lecce: Riserva sempre scenari e prospettive nuove il presepe vivente che prende vita a Monteroni di Lecce. Alla sua ventesima edizione la grande rappresentazione ha saputo di anno in anno raccontare la Natività in modo originale e coinvolgente.
Il presepe vivente di Monteroni, è aperto nei giorni 25 e 29 dicembre e 6 gennaio, dalle 18:30 alle 21.

-         Noha (Galatina): La magia del Natale riporta alla luce la Noha di un tempo. La piccola frazione di Galatina a Natale svela un altro prezioso tesoro: la masseria Colabaldi, antico edificio costruito in almeno tre epoche diverse,  e oggi lasciato in completo stato di abbandono.
Il presepe vivente è aperto nei giorni 25 26 e 29 dicembre, 1, 5 e 6 gennaio, dalle 16 alle 22.
-         Sanarica: Nella bellissima cornice della dolina carsica di “conca Sant’angelo” è giunto alla sua 26esima edizione il presepe vivente di sanarica.
Visitabile nei giorni 25 26 e 29 dicembre, 1, 5 e 6 gennaio dalle 17:15 alle 20:15

-    San Cesario: Da una delle più antiche e meglio conservate masserie di San Cesario, l’undicesima edizione del presepe vivente a cura del Gruppo arte e cultura Aria Sana.
Il presepe vivente apre i battenti il 24 dicembre alle 18:30 ed è visitabile nei giorni 25, 26 e 29 dicembre, 1, 5 e 6 gennaio, dalle 16 alle 21.

-        San Donato: Luci, colori e profumi del passato pervadono il centro storico di San Donato con la ventesima edizione del presepe vivente organizzato dai volontari dell’associazione Amici del presepe.
Il presepe vivente è aperto nei giorni 25, 26 e 29 dicembre, 1, 5 e 6 gennaio, dalle 16:30 alle 20:30 mentre i Re Magi arrivano in piazza il 6 gennaio alle 15:30

-         Santa Caterina (Nardò): Profuma di mare il presepe vivente di Santa Caterina nobile marina del comune di Nardò in riva allo Jonio. La stella cometa fa capolino nell’angolino della pineta, proprio di fronte alla chiesa  dedicata alla santa di Alessandria. Il presepe alla sua terza edizione.
Il presepe vivente di Santa Caterina è visitabile nei giorni 26 e 29 dicembre, 4 e 6 gennaio, dalle 16:30 alle 20.

-   Specchia: Tra stradine, vicoli e piazzette, Specchia riscopre le sue radici. Aprono gli usci, in uno dei cento borghi più belli d’Italia, le case a corte, i palazzi nobiliari e le chiese , per ospitare artigiani e scene di mestieri.
Il presepe è visitabile nei giorni 25, 26 e 29 dicembre 1,5 e 6 gennaio dalle 17:30 alle 21.

-     Spongano: Case abbandonate del borgo antico prendono vita per il periodo natalizio grazie a i bambini della scuola elementare che interpretano la Betlemme di un tempo.
Il presepe vivente è visitabile il 25 dicembre, 1 e 6 gennaio dalle 17 alle 21.
-      Sternatia: Nasce Gesù nelle case a corti e nei palazzi nobiliari anche  a sternatia. Il centro storico griko accoglie un centinaio di personaggi che riproducono lo scenario tipico di un Salento che non c’è più attraverso i lavori di un tempo.
Il presepe vivente è visitabile 26 e 29 dicembre, 1, 5 e 6 gennaio dalle 17 alle 21.

-     Strudà (Vernole): Superato l’arco d’ingresso, sorvegliato dai soldati romani con scudi e lance, inizia il serpeggiante cammino della 16esima edizione del presepe vivente di Strudà allestito dall’associazione Nuovi Orizzonti.
Il presepe vivente di Strudà è visitabile nei giorni 25, 26 e 29 dicembre, 1,5 e 6 gennaio, dalle 16:45 alle 20:30.

-        Taurisano: Una grande stella cometa illumina piazza Castello e indica la Natività di Taurisano, allestita nel cuore del borgo antico, scrigno di gioielli architettonici. Alla sua settima edizione, il presepe vivente dei giovani.
Il presepe vivente è visitabile nei giorni 25 e 29 dicembre e 1 e 5 gennaio dalle 17:30 alle 21.

-       Torrepaduli (Ruffano): Incastonato nel centro storico di Torrepaduli, a pochi passi dallo slargo che ogni anno abbraccia la caratteristica “danza delle spade” nella notte di San Rocco, palazzo Pasanisi apre le porte per l’undicesimaedizione del presepe vivente.
Il presepe vivente è visitabile nei giorni 25, 26 e 29 dicembre e 1,5 e 6 gennaio dalle 17 alle 20:30.

-   Trepuzzi: Si spalanca il pesante portone di legno della vecchia distilleria di Trepuzzi, il vecchio opificio si apre per accogliere il presepe vivente ideato e realizzato dall’oratorio Giovanni Paolo II in collaborazione con le comunità parrocchiali.
Il presepe vivente, situato sulla strada per Campi Salentina, è visitabile nei giorni 26, 29 dicembre e 1,6 gennaio, dalle 17 alle 20:30.

-         Tricase: Nello scenario di ben 35mila lampadine  del Monte Orco, la collina di Tricase dove da ben 34 anni, oltrepassando il grande arco di ingresso, si entra in una vera e propria Betlemme salentina.
Il presepe vivente di Tricase si può visitare nei giorni 25,26, 28 e 29 dicembre, 1,4, 5 e 6 gennaio, dalle 17 alle 20:30
-         Vignacastrisi (ortelle): La piccola Frazione di Ortelle si fa dunque scenografia naturale del presepe vivente organizzato dall’associazione  Parabola a Sud alla sua nona edizione.
Il presepe vivente è aperto nei giorni 25 e 26 dicembre, 1 e 6 gennaio dalle 17:30 alle 21.

mercoledì 18 dicembre 2013

Locomotive Jazz Festival Boris Savoldelli. 19 Dicembre Lecce Teatro Paisiello

Domani 19 Dicembre ore 21:00 

Un doppio concerto per inaugurare la prima versione invernale del Locomotive Jazz Festival, rassegna giunta all'ottava edizione, curata dal sassofonista Raffaele Casarano. Il Teatro Paisiello ospita Boris #Savoldelli, eclettico vocal performer italiano, una sorta di guru della scena jazzistica mondiale. Il suo disco, "#Insanology", è stato segnalato tra i dieci migliori album di #jazz vocale del 2008 e lo stesso cantante e compositore è al terzo posto nella categoria migliori cantanti jazz. Nella seconda parte della serata, a partire dalle 22, sale invece sul palco Benjamin#Darvill, conosciuto come Son of Dave, re del concetto di "one man band". Il cantante e musicista, presenta il suo ultimo album "Blues at the Grand".
Ingresso 25€. Info 345/9219407

lunedì 16 dicembre 2013

Natale è musica nel Salento

Natale è musica nel Salento

A natale è musica nel Salento! Hai mai provato l’ebbrezza di lasciarti rapire dal suono? Dal solo semplice propagarsi di una nota nell’aria, permettendogli di penetrare in profondità e di risuonare in ogni atomo del tuo corpo?
Cosa si proverebbe nel sentire inaspettatamente l’alterazione chimica dentro di sé, un’alterazione che sia capace di mutare l’umore, piegando le nostre ansie per lasciar spazio ad una cristallina quiete e ad una pacificazione interiore?
E' questo il natale in Puglia nel Salento. Non una sola nota, ma un coro di quattro, sei, otto voci s’innalzerà verso l’Infinito, portandoti lontano dai rumori, dalla frenesia ed elevando il tuo spirito in una dimensione sospesa, quasi irreale.
A natale è musica nel Salento!
Le dissonanze tipiche della musica contemporanea s’intrecceranno alla sacralità dei brani in un concerto natalizio che ha il sapore di un esperimento sonoro e il retrogusto ora dell’eccitazione, ora dell’appagamento. L’appuntamento col Coro Parsifal è per domenica 22 dicembre alle ore 19.00 nella Cappella di S. Antonio da Padova ad Uggiano la Chiesa.
Un’esperienza da non perdere!
Questa è la migliore occasione per ascoltare nel Salento la vera musica del natale!!
Natale è musica nel Salento