lunedì 2 giugno 2014

Bicentenario dell'arma dei carabinieri

La #foto di un particolare della mostra del bicentenario dell'arma dei carabinieri è quella del giorno!
Il contributo di oggi è di cristinacarriere Cristina che ci ha messo nelle condizioni di segnalarvi che è stata inaugurata, nel Castello Aragonese di Taranto, il 30 maggio scorso la #mostra delle #uniformi dell’arma dei #carabinieri in occasione del bicentenario.
#taranto torna quindi protagonista di #luoghiculturapuglia, continuando a far parlare di sé per aspetti collegati alla #cultura.

Abbiamo tempo sino al 6 giugno con ingresso gratuito, dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 16 alle 20.30, per vedere la mostra del bicentenario dell'arma dei carabinieri.
Invitiamo cristinacarriere a dirci qualcosa di più per arrivare preparati! Basta lasciare un commento con la sua sensazione, un aneddoto, il motivo che l'ha spinta a visitare la mostra...! Sarebbe perfetto se il commento fosse lasciato nel post del blog (http://www.aroundpuglia.com/2014/06/bicentenario-dellarma-dei-carabinieri.html).

Abbiamo inserito un sondaggio nel sito http://www.aroundpuglia.com! Vogliamo continuare a scrivere le storie della #puglia... Si accettano suggerimenti... oltre a quella dei "Castelli di Puglia" e quella dei "Teatri di Puglia", quali storie possiamo aprire?
Chi ci aiuta a decidere le prossime storie?
Chi partecipa alla CREAZIONE delle STORIE?
Vogliamo co-creare delle guide turistiche open source, scritte dalla gente per la gente! Il 30 giugno si chiude il sondaggio...

2 commenti :

Cristina ha detto...

La mostra, allestita presso il Castello Aragonese dall'Associazione storico culturale "Maggiore Ugo de Carolis", ha un grande valore per la città di Taranto perché recupera la memoria storica locale attraverso figure di eroi come appunto il maggiore Ugo de Carolis e il capitano Emanuele Basile, e attraverso cimeli di famiglia. Inoltre, si sofferma in modo eccezionale su un'armata dimenticata, quella degli zaptiè, il cui copricapo, il tarbush, ho fotografato: gli zaptiè erano reclutati tra la popolazione indigena di Libia, Eritrea e Somalia, e si distinsero per il loro valore in battaglia.

Anonimo ha detto...

https://www.facebook.com/events/241918679334535/ ecco il link dell'evento...

Marco Arena
Asociazione Storico Culturale "Maggiore Ugo de Carolis"