mercoledì 30 aprile 2014

Castello di Peschici

Torniamo a popolare le nostre Storie con la foto di Tiziana che ci ha postato una splendida foto del Castello di Peschici . Inviatiamo Tiziana a dirci qualcosa di più sul Castello di Peschici, lasciando magari un commento a questo post, saremo felici di spostarlo su Storify: https://storify.com/culturapuglia/castelli-di-puglia/ per continuare a popolare la STORIA DEI CASTELLI DI PUGLIA!

Invito chiaramente valido anche a tutti coloro i quali hanno a cuore l'iniziativa di "popolare" le nostre STORIE.
Oltre alla scrittura della storia dei "Castelli di Puglia", stiamo scrivendo anche quella dei "Teatri di Puglia"... come? PER TUTTI, vale sempre la stessa regola: commentare questo post o a qualunque altro post di questo blog... lo sposteremo sulle STORIE!

martedì 29 aprile 2014

Vico del Gargano

La foto del giorno ritrae Vico del Gargano, uno dei borghi più belli di Puglia. I ringraziamenti vanno a roccolamargese211091. Invitiamo roccolamargese211091 a dirci qualcosa di più su Vico del Gargano, lasciando un commento a questo post!

Invito chiaramente valido anche a tutti coloro i quali hanno a cuore l'iniziativa di "popolare" le nostre STORIE.
Oltre alla scrittura della storia dei "Castelli di Puglia", stiamo scrivendo anche quella dei "Teatri di Puglia"... come? PER TUTTI, vale sempre la stessa regola: commentare questo post o a qualunque altro post di questo blog... lo sposteremo sulle STORIE! 

lunedì 28 aprile 2014

Castello di Trani

Torniamo a popolare le nostre Storie con la foto di bershkafra FrancescA che ci ha postato una splendida foto del Castello di Trani. Inviatiamo bershkafra FrancescA a dirci qualcosa di più sul Castello di Trani, lasciando magari un commento a questo post, saremo felici di spostarlo su Storify: https://storify.com/culturapuglia/castelli-di-puglia/ per continuare a popolare la STORIA DEI CASTELLI DI PUGLIA!

Invito chiaramente valido anche a tutti coloro i quali hanno a cuore l'iniziativa di "popolare" le nostre STORIE.
Oltre alla scrittura della storia dei "Castelli di Puglia", stiamo scrivendo anche quella dei "Teatri di Puglia"... come? PER TUTTI, vale sempre la stessa regola: commentare questo post o a qualunque altro post di questo blog... lo sposteremo sulle STORIE! 

domenica 27 aprile 2014

Cattedrale di Monopoli

Oggi sbarchiamao a Monopoli con uno splendido scatto della Cattedrale! Il contributo è di  graziano1983
che ringraziamo per averci regalato questa splendida visuale della Cattedrale di Monopoli!

Invitiamo graziano1983, come di consueto, di postare un commento con una storia, una legenda, un racconto, la propria sensazione sulla Cattedrale di Monopoli. Invito chiaramente valido anche a tutti coloro i quali hanno a cuore l'iniziativa di "popolare" le nostre STORIE.
Attualmente sono in corso di scrittura quella dei "Castelli di Puglia" e quella dei "Teatri di Puglia"... come? PER TUTTI, vale sempre la stessa regola: commentare questo post o a qualunque altro post di questo blog... lo sposteremo sulle STORIE!  

mercoledì 23 aprile 2014

Portone con capitelli Palazzo Guarini a Mesagne

Oggi vi deliziamo con il portone con capitelli di Palazzo Guarini del XVI sec. a Mesagne, in provincia di Brindisi! Ringraziamo Daniela Franco per averci regalato questo splendido scatto con cui ha immortalato il portone con capitelli di Palazzo Guarini a Mesagne!


Invitiamo Daniela Franco, come di consueto, di postare un commento con una storia, una legenda, un racconto, la propria sensazione sul il portone con capitelli di Palazzo Guarini a Mesagne. Invito chiaramente valido anche a tutti coloro i quali hanno a cuore l'iniziativa di "popolare" le nostre STORIE.
Attualmente sono in corso di scrittura quella dei "Castelli di Puglia" e quella dei "Teatri di Puglia"... come? PER TUTTI, vale sempre la stessa regola: commentare questo post o a qualunque altro post di questo blog... lo sposteremo sulle STORIE! 

Ponti 25 aprile - 1 maggio in Puglia

Ci siamo quasi... il consueto appuntamento per i ponti del 25 aprile e 1 maggio in Puglia mai come quest'anno sono pieni di interessanti appuntamenti  grazie allo strepitoso successo delle Invasioni digitali.
Abbiamo iniziato ad elencarle una ad una... ma... nulla! Non ce l'abbiamo fatta! L'entusiamo ed il coinvolgimento della gente di Puglia è più veloce della nostra capacità di pubblicare aggiornamenti...
Ecco allora tutti gli appuntamenti per i ponti del 25 aprile e 1 maggio in Puglia con i link alle pagine ufficiali. Almeno questo post proveremo ad aggiornalo! Buon viaggio e buon divertimento in Puglia durante i ponti del 25 aprile e 1 maggio!

24/04/2014 MARTA Museo Archeologico Nazionale  Taranto
25/04/2014 Invasioni digitali 2014: I misteri della Cantina spagnola Laterza
25/04/2014 Invasione alla chiesettarurale di San Donato- Latiano (Br) latiano
26/04/2014 Family-invasione: Piccoli detective in grotta... Mottola
26/04/2014 Biblioteca Provinciale Bernardini Lecce Lecce
26/04/2014 INVADIAMO IL MUSEO DIOCESANO!  lecce
27/04/2014 Centro Storico di Soleto - Chiesa di Santo Stefano e Palazzo Le Cast... Soleto
27/04/2014 PraeHistoric click! InvasioneDigitale al Museo di Maglie  Maglie
27/04/2014 Invasione Monti Dauni (FG) Biccari
27/04/2014 "Le nuove invasioni alla conquista di Canne della Battaglia... barletta
27/04/2014 Museo del Territorio di Alberobello: un'invasione da Patriminio... Alberobello
27/04/2014 SOVERETO INVASA Soverto, Terlizzi
27/04/2014 #LeInvasioniMurgiane Corato Minervino Murge Andria
27/04/2014 Museo Diocesano e Succorpo della Cattedrale, Bari Bari
27/04/2014 InvadiAMO il trullo di Marziolla, il più antico di Puglia Locorotondo
27/04/2014 Castello Alfonsino-Forte a mare Brindisi
29/04/2014 Palazzo Pantaleo e Sant'Andrea degli Armeni Taranto
29/04/2014 Ritornano le Invasioni Digitali al MUSA Lecce
29/04/2014 Invasione Digitale Vieste Vieste
29/04/2014 Invasione digitale alla Pinacoteca Comunale di Mesagne Mesagne
30/04/2014 Chiesa Madre SS. Natività di Maria Vergine - Maruggio (TA) Maruggio
01/05/2014 Parco Mura Messapiche Manduria
01/05/2014 "Le nuove invasioni alla conquista di Canne della Battaglia... barletta
01/05/2014 Passeggiata sul Ponte Acquedotto Gravina in puglia
02/05/2014 Invadiamo il Museo Cavoti! Galatina
03/05/2014 Invadiamo il Museo della Memoria e dell'Accoglienza! Santa Maria al Bagno
03/05/2014 Invasione del Centro Storico di Nardò Nardò
03/05/2014 INVASIONI DIGITALI: CITTA' DI NOCI E DEL SUO INTERLAND  Noci
04/05/2014 Città barocca tra i trulli Martina Franca
04/05/2014 Invadiamo il QuoquoMuseo del Gusto! san cesario di lecce
04/05/2014 Ama l'archeologia Brindisi
04/05/2014 Centro Storico e Museo della Civiltà Rurale di San Vito dei Normanni San Vito dei Normanni

martedì 22 aprile 2014

Salento gelsi è Roberto Malerba

Quando questa mattina ho appreso da facebook quanto era accaduto... non ci volevo credere... era la nostra ora! Quella della chat su facebook a scambiarci pareri, impressioni, strategie per diffondere la NOSTRA cultura, quella del SALENTO ai nostri concittadini ma soprattutto agli stranieri!!!
Pensare che domenica... per gli auguri ti ho chiesto la famosissima crostata di gelsi... prodotto unico, ai più sconosciuto perché frutto della tua inestimabile sapienza!
Oggi il Salento tace perché l'uomo dei gelsi è tornato a vivere di luce eterna!
Grazie per avermi dato l'opportunità di conoscerti, ti ricorderò come l'UNICA persona (oggettivamente) ad avermi voluto conoscere in conseguenza di un fatto che avrebbe dovuto sconvolgermi la mia vita... invece si è spento in un italiano silenzo!
Grazie per avermi dato l'opportunità di dire la mia in un convegno del 16 giugno 2012 (serata indimenticabile... ero raffreddatissimo ma venni ugualmente... e lì ebbi modo di gustare le tue prelibatezze) in cui si disegnavano i contorni di quello che sarebbe potuto essere il turismo all'ombra dei gelsi salentini: http://www.aroundpuglia.com/2012/05/il-gelso-nel-salento-potenzialita-e.html#.U1dLtKJqmCY

Oggi la foto del giorno del challenge "I luoghi della cultura in Puglia" è tua! Perché passi alla storia, nessuno meglio di te poteva scrivere la STORIA dei gelsi nel Salento...
Salento gelsi è Roberto Malerba.

lunedì 21 aprile 2014

Castello di Corigliano d'Otranto

Continuiamo a popolare le NOSTRE storie grazie a Luigi Corvaglia che ci ha postato una foto panoramica del Castello di Corigliano d'Otranto in provincia di Lecce! Non abbiamo perso nemmeno un istante... la trovate qui: https://storify.com/culturapuglia/castelli-di-puglia.

Chiediamo a Luigi Corvaglia di raccontarci qualcosa di più sul Castello di Corigliano d'Otranto, lasciando un commento in questo post. Ci auguriamo di scrivere tante storie sui luoghi della cultura in Puglia! Contribuite a far crescere le nostre storie, al momento vi ricordiamo che sono in corso di scrittura quella dei "Castelli di Puglia" e quella dei "Teatri di Puglia"...Oggi abbiamo aggiunto la foto del Castello di Corigliano d'Otranto...  adesso aspettiamo un commento, un aneddotto, una leggenda!

domenica 20 aprile 2014

Castello di Parabita

Continuiamo a popolare le NOSTRE storie grazie a stronger16☆raky osaki☆che ci ha postato una foto panoramica del Castello di Parabita in provincia di Lecce! Non abbiamo perso nemmeno un istante... la trovate qui: https://storify.com/culturapuglia/castelli-di-puglia.

Chiediamo a a stronger16☆raky osaki☆di raccontarci qualcosa di più sul Castello di Parabita, lasciando un commento in questo post. Ci auguriamo di scrivere tante storie sui luoghi della cultura in Puglia! Contribuite a far crescere le nostre storie, al momento vi ricordiamo che sono in corso di scrittura quella dei "Castelli di Puglia" e quella dei "Teatri di Puglia"...Oggi abbiamo aggiunto la foto del Castello di Parabita...  adesso aspettiamo un commento, un aneddotto, una leggenda! 

sabato 19 aprile 2014

Arco di trionfo Lecce


Lo splendido scatto dell'arco di trionfo a Lecce (o porta Napoli, della quale ci siamo già occupati grazie ad una foto del giorno: http://www.aroundpuglia.com/2014/04/arco-di-trionfo-lecce.html) diventa il quarto magnete del challenge instagram "I luoghi della cultura in Puglia".
I nostri migliori auguri e complimenti all'autore antoniosalento che invitiamo a continuare a postare foto con i nostri hasthag #luoghiculturapuglia e #cultureplacespuglia!!!
Questo scatto è per noi un vero e proprio arco di trionfo, l'arco di trionfo non solo di Lecce ma della nostra idea... quella di diffondere un altro modo di considerare la Puglia... non solo legata allo splendido mare ma soprattutto all'arte ed alla cultura di cui è custode!

Week end a Lecce

Proponiamo, per un week end a Lecce, un'insolita invasione digitale... quella organizzata da Salentoweb.Tv con #Lecce2019 per REINVENTARE EUTOPIA, dove? Presso la Biblioteca Provinciale Bernardini - Ex Convitto Palmieri.
Un week end a Lecce all'insegna della #cultura! L'iniziativa si inserisce nel calendario di Invasioni digitali, promosse nelle province di #Lecce e #Brindisi insieme a Lecce 2019 in diversi luoghi sul territorio. L'appuntamento è fissato per sabato 26 aprile alle ore 11,00.
Dalla pagina ufficiale dell'invasione (http://www.invasionidigitali.it/it/invasionedigitale/biblioteca-provinciale-bernardini-lecce#.U1KGEKJqmCY) apprendiamo che la visita all'interno della biblioteca è stata organizzata in modo da essere totalmente accessibile, grazie all'assenza di barriere architettoniche e alla presenza di una traduttrice in LIS.
Il percorso espositivo nell'ex Convitto Palmieri di Lecce sarà accompagnato dalla bellissima musica a percussione di Vincenzo Blasi e del suo Handpan. In occasione della fantastica invasione all'interno della Biblioteca provinciale di Lecce – ex Convitto Palmieri sarà inoltre possibile visitare gratuitamente la mostra "Bon à tirer - Arte del Novecento italiano" dalla collezione privata di Enrico Muscetra.
 Noi ci saremo e taggheremo (oltre che con gli hasthag ufficiali) anche con #luoghiculturapuglia e #cultureplacespuglia... cosa aspettare a dire che parteciperete anche voi?! https://www.facebook.com/events/558801920885885/?ref=22

A spasso per musei nel Salento

Spazio ad altre invasioni... questa volta andiamo a spasso per musei nel Salento. Oggi ne mettiamo tre insieme, quelle organizzate con la collaborazione dell'associazione 34° fuso, vincitrice di Bollenti Spiriti - Principi attivi col progetto MuseoWebLab, che ha immediatamente accolto e promosso il challenge "I luoghi della cultura in Puglia", quotidianamente contribuisce con foto utilizzando gli hasthag #luoghiculturapuglia e #cultureplacespuglia e (da ultimo ma più importante) si batte sul territorio per il rinnovo e l'uso consapevole dei musei come contenitori culturali a 360°!
Andiamo a spasso per musei nel Salento ed accettiamo ben volentieri i loro consigli:
Venerdì, 2 Maggio, 2014 - 18:00 presso il Museo Cavoti di Galatina (http://www.invasionidigitali.it/it/invasionedigitale/invadiamo-il-museo-cavoti#.U1KF9aJqmCY)
Sabato, 3 Maggio, 2014 - 18:00 presso il Museo della Memoria e dell'Accoglienza di Santa Maria al Bagno (http://www.invasionidigitali.it/it/invasionedigitale/invadiamo-il-museo-della-memoria-e-dellaccoglienza#.U1KF1KJqmCY) in collaborazione con l'associazione Tic Tac;
Domenica, 4 Maggio, 2014 - 18:00 presso il Quoquo Museo del Gustodi San Cesario di Lecce (http://www.invasionidigitali.it/it/invasionedigitale/invadiamo-il-quoquomuseo-del-gusto#.U1KF-KJqmCY)

venerdì 18 aprile 2014

Chiesa di San Francesco de Geronimo

Oggi siamo nella chiesa di San Francesco de Geronimo, a conferma che la zona di Taranto rimane quella con più fervida attenzione alla settimana santa! Ringraziamo Graziano Dontatelli per averci regalato questo splendido scatto con cui ha immortalato la Chiesa di San Francesco de Geronimo di Grottaglie!

Invitiamo l'amico Graziano Dontatelli, come di consueto, di postare un commento con una storia, una legenda, un racconto, la propria sensazione sulla chiesa di San Francesco de Geronimo. Invito chiaramente valido anche a tutti coloro i quali hanno a cuore l'iniziativa di "popolare" le nostre STORIE.
Attualmente sono in corso di scrittura quella dei "Castelli di Puglia" e quella dei "Teatri di Puglia"... come? PER TUTTI, vale sempre la stessa regola: commentare questo post o a qualunque altro post di questo blog... lo sposteremo sulle STORIE! 

Week end a Bari

Non possiamo esimerci dal suggerire un week end a Bari all'insegna, oltre che dell'ottimo pesce (crudo) e dei frutti di mare, della #cultura con la C!
Magari proprio un week end a Bari in occasione della invasione organizzata da Associazione AkuBari, Associazione ArTa, Pugliaccessibile e Living Heritage, e che si svolgerà domenica 27 aprile a partire dalle ore 10.30 nella città vecchia di Bari.
L’itinerario comprenderà la visita al succorpo della Cattedrale di San Sabino e al Museo Diocesano, allestito presso il primo piano dell’Episcopio.
Punto di partenza dell’invasione è Piazza Odegitria (la piazzetta antistante la cattedrale) alle ore 10.15.

Link ufficiale dell'invasione: http://www.invasionidigitali.it/it/invasionedigitale/museo-diocesano-e-succorpo-della-cattedrale-bari#.U1E966JqmCY
Link dell'evento su facebook: https://www.facebook.com/events/243908065815077/?context=create&ref_dashboard_filter=upcoming&source=49 
Non vi è ancora venuta voglia? Beccatevi queste due pillole di storia e di arte per stuzzicare il vostro appetito di Invasori Digitali!
Prima pillola: videoclip dall'anno Mille!
L’inno tecnicamente noto come Exultet era cantato dal diacono all’inizio della veglia pasquale ed annunciava la resurrezione di Cristo, invitando all’esultanza tutte le creature. 
Un prezioso rotolo di pergamena di oltre cinque metri, esposto nel Museo diocesano, ne conserva una versione "barese" che si discosta in molte parti dal testo canonico del messale romano.
La "baresità" sta anche nei caratteri tipografici (peculiari a tal punto da far parlare di un "Bari-type"), nelle notazioni musicali, nelle decorazioni laterali influenzate dalla cultura iconografica bizantina e nell’utilizzo di immagini uniche poichè miniate in posizione capovolta rispetto alle righe del testo: una specie di pellicola cinematografica che il diacono srotolava di fronte ai fedeli presenti in chiesa, in modo che le immagini li aiutassero a capire il testo latino.
Seconda pillola: il polpo, da sempre nel cuore di ogni barese timorato degli dei! 
Quel polpo è solo un dettaglio del grande mosaico pavimentale della cattedrale paleocristiana di Bari, i cui resti, sotto l'attuale Cattedrale di San Sabino vorremmo visitare insieme a voi!

Non dimenticate di utilizzare gli hasthag: #luoghiculturapuglia e #cultureplacepuglia per partecipare al challenge "I luoghi della cultura in Puglia!

Passeggiando per trulli

I trulli sono uno degli elementi architettonici che più spesso si associano alla #puglia... allora "passeggiando per trulli" è il nostro invito e quello dell'invasione digitale a Locorotondo!
Appuntamento è domenica, 27 Aprile, 2014 ore 09:30 per "passeggiando per trulli".
Dal link alla pagina ufficiale dell'evento: http://www.invasionidigitali.it/it/invasionedigitale/invadiamo-il-trullo-di-marziolla-il-pi%C3%B9-antico-di-puglia#.U1E9tqJqmCY apprendiamo che:
Passeggiata naturalistico-culturale attraverso incantevoli tratturi, alla scoperta del più antico trullo situato in una splendida cornice paesaggistica.
Il "Trullo di Marziolla", che prende il nome dall'omonima contrada, reca sull'architrave una datazione, la cui lettura risulta tuttora controversa. Le ipotesi più verosimili circa la datazione, 1559 o 1599, lo collocano anteriormente a qualsiasi altra testimonianza di trullo in Puglia. Il "Trullo di Marziolla" si inserisce in un contesto territoriale fortemente antropizzato, caratterizzato da un'ampia presenza di costruzioni a secco tra cui terrazzamenti, muretti e specchie. Architettonicamente questo trullo costituisce un unicum grazie alla spessa muratura, che ingloba il nucleo originario, ed alla datazione, che permette di riconsiderare le ipotesi sull'origine dei trulli in Puglia. 
Luogo di ritrovo: piazzale in c/da Marziolla (Locorotondo)
Come arrivare in auto da Locorotondo: percorrere la SS172dir. sino all'altezza SP162 (incrocio direzione San Marco) e proseguire fino a raggiundere sulla dx Contrada Marziolla.
Consigli utili:
- tenuta comoda;
- armatevi di smartphone, tablet, macchine fotografiche e di gioia per condividere questa giornata con noi!
Visita gratuita. Prenotazione necessaria: e-mail: zigrino.a@libero.it / cell. 329.3824187  

Week end a Martina Franca

Sembriamo di parte ma a noi di "Luoghi della cultura in Puglia" Martina Franca piace... non ci credete... vedete qui: http://www.aroundpuglia.com/2014/03/palazzo-maggi-martina-franca.html
Appena pubblicata l'invasione digitale a Martina Franca... eccoci a ripostarla proponendo un'idea di week end a Martina Franca!
Appuntamento domenica, 4 Maggio, 2014 ore 10:00
Dalla pagina ufficiale (http://www.invasionidigitali.it/it/invasionedigitale/citt%C3%A0-barocca-tra-i-trulli#.U1E19qJqmCY) apprendiamo e riportiamo:

La Valle d’Itria è come uno scrigno che custodisce tanti gioielli e tra le sue perle spicca Martina Franca, città barocca tra i trulli. Le invasioni digitali approdano in Valle d’Itria!
Il 4 maggio non prendere impegni e unisciti all’INSTAWALKMARTINA!
Carica smartphone, tablet e fotocamere digitali, invadi con noi Martina Franca e libera in rete la cultura. L’occasione sarà unica: accompagnati da un’esperta e qualificata guida invaderemo dapprima le splendide sale del Palazzo Ducale, ammireremo i suoi affreschi e dettagli in rococò per poi proseguire la nostra passeggiata fotografica nei vicoli del centro storico, per lasciarci sorprendere dalle sue bellezze architettoniche in pieno stile barocco.
Un instawalk grazie al quale potremo riscoprire e dare il giusto valore artistico ai tesori del nostro territorio. Un‘avventura digitale per far conoscere attraverso i social network il nostro patrimonio culturale.
 Tag ufficiali: #invasionidigitali #instawalkmartina #igersvalleditria
 Programma Instawalk:
- ore 10 incontro davanti al Palazzo Ducale di Martina Franca
- ore 10.15 visita al Palazzo Ducale
- ore 11.30 passeggiata fotografica per le vie del centro storico
 La partecipazione è gratuita e aperta a tutti.
 L’evento ha il patrocinio dell’Assessorato al Turismo Città di Martina Franca

Ci raccomandiamo di utilizzare gli hasthag #luoghiculturapuglia e #cultureplacespuglia!

giovedì 17 aprile 2014

Centro storico di Giovinazzo

Oggi visitiamo uno scorcio del centro storico di Giovinazzo grazie al contributo di cate51 che non è nuova alla NOSTRA COMUNITA'!

Come ogni altro piccolo centro della #puglia anche il centro storico di Giovinazzo ha tanto da raccontare, invitiamo cate51 ad aiutarci a scoprire questo come qualsiasi altro centro di #puglia!
Vogliamo scrivere tante storie sui luoghi della cultura in Puglia per diffonderle nel MONDO!!! Contribuite a far crescere le nostre storie, al momento vi ricordiamo che sono in corso di scrittura quella dei "Castelli di Puglia" e quella dei "Teatri di Puglia"... aspettiamo un commento, un aneddotto, una leggenda!

#cultura a #lecce

#lecce e #salento sono sinonimo di #cultura ... #luoghiculturapuglia e #cultureplacespuglia sono nati proprio per diffondere questo connubio, attraverso l'uso di interne e dei social network... in tutta la REGIONE!
Adesso partiamo da #lecce per parlare di #cultura e lo facciamo non per frasi fatte ma invitandovi ad un'invasione digitale... quella del museo diocesano!
Appuntamento sabato in piazza Duomo a #lecce, 26 Aprile, 2014 ore 16:00. Organizzatori... gente di tutto rispetto:
Associazione culturale AMiCA in collaborazione con touranGo, Associazione Ruotando e IMovePuglia.Tv quale Media Partner...
Link ufficiale dell'evento: http://www.invasionidigitali.it/it/invasionedigitale/invadiamo-il-museo-diocesano-0#.U0_nNqJqmCY
L'iniziativa si inserisce nel calendario di Invasioni Digitali, promosse nelle province di Lecce, Brindisi e Taranto insieme a Lecce2019 in diversi luoghi sul territorio.
Il Museo Diocesano raccoglie un patrimonio inestimabile di testimonianze storiche che scandiscono il ruolo che la Chiesa ha svolto nella comunità dei credenti. Dipinti, sculture, argenti, busti, opere in cartapesta, paramenti liturgici, tappeti e molto altro sono custoditi nella splendida cornice del Museo che sorge al primo piano del Palazzo del Seminario Arcivescovile in Piazza Duomo a Lecce. 
L'itinerario museale si articola attraverso le varie sale espositive nelle quali trovano collocazione alcune delle opere di arte Sacra più rappresentative di un arco temporale che va dal '400 al '700, fra cui spiccano la tela del martirio di Sant’Orsola di Paolo Finoglio e la tela della Madonna Assunta di Gian Domenico Catalano. Alla nutrita collezione di dipinti sei-settecenteschi si affiancano esempi notevoli di scultura lignea e arredi liturgici quali pissidi, calici e incensieri.
La visita prevede in primis il passaggio dal chiostro, dove si trova il pregiatissimo pozzo scolpito dal Cino, e dalla Cappella di San Gregorio Taumaturgo per poi salire al piano primo dove è presente il Museo.


PROGRAMMA: Chi volesse arrivare in bici può partire dalla Ciclofficina Popolare Ruotando presso le Manifatture Knos. In questo caso l'appuntamento è fissato per le 15 e 30 alle Knos con i ragazzi dell'Associazione Ruotando che guideranno il gruppo lungo un percorso messo a punto dall'Associazione AMiCA che toccherà i principali beni culturali del centro storico della città, per arrivare in Piazza Duomo. Il percorso sarà reso noto attraverso una grafica che verrà caricata direttamente sull'evento facebook e che ognuno potrà scaricare.
Una volta giunti in Piazza ci cimenteremo in una simpatica impresa! Con il nostro aiuto cercheremo di formare uno Space Invaders umano che verrà fotografato dall'alto del Seminario, sarà il marchio di fabbrica di questa bellissima giornata!
Subito dopo verranno formati i gruppi e si inizierà la visita!
Evento su facebook: https://www.facebook.com/events/705537629485349/?context=create&ref_dashboard_filter=upcoming&source=49

Salento week end

Quella proposta è la Salento week end ... cosa? Si proprio un'idea di week end in Salento! Prendete tempo..., ascoltate il suggerimento di Biagio Antonacci, con una "vacanza in Salento"... intanto iniziamo da un Salento week end!
All'insegna del mare? No è PRESTO! Della #cultura del #salento! Invadiamo Soleto... seguendo SalentoPromoters!
Pagina ufficiale dell'evento: http://www.invasionidigitali.it/it/invasionedigitale/centro-storico-di-soleto-chiesa-di-santo-stefano-e-palazzo-le-castelle#.U0_nLaJqmCY
Per tutti l'appuntamento è domenica, 27 Aprile, 2014 ore 10:00
Partendo da Porta San Vito, ci addentreremo nell'antico borgo di Soleto, simbolico paese della Grecìa Salentina, per scoprirne dettagli poco noti ma di grande rilevanza storica. Invaderemo la stupenda Chiesa di Santo Stefano, realizzata nel XIV secolo su commissione della nobile famiglia Del Balzo–Orsini, che rappresenta un simbolo importante del passaggio dalla cultura greca a quella latina. All’interno gli affreschi rappresentano figure di Santi, la vita di Cristo e il martirio di Santo Stefano. Inoltre si può ammirare il racconto pittorico del Giudizio Universale, in cui le immagini dei dannati e degli eletti costituiscono una rappresentazione della società dell’epoca. Invaderemo anche il Palazzo Le Castelle, di epoca rinascimentale, caratterizzato da un bellissimo portale e da una ricca corte. Infine, i nostri obiettivi saranno puntati tutti sul magico campanile, le cui costruzione, si narra, sia stata ad opera di diavoli.
 

mercoledì 16 aprile 2014

Faro Votivo di Minervino Murge

Oggi facciamo tappa a Minervino Murge, in provincia di BAT, per ammirare il faro votivo che sorge a 500 m s.l.m. Lo scatto e la scoperta di devono a  bershkafra FrancescA che evidentemente ringraziamo! Attenzione però vogliamo sapere di più sul Faro Votivo di Minervino Murge invitiamo quindi la nostra amica ad approfondire ed a lasciare un commento a questo post.

Ci auguriamo di scrivere tante storie sui luoghi della cultura in Puglia! Contribuite a far crescere le nostre storie, al momento vi ricordiamo che sono in corso di scrittura quella dei "Castelli di Puglia" e quella dei "Teatri di Puglia"... aspettiamo un commento, un aneddotto, una leggenda!

Chiese rupestri

Le chiese rupestri non stanno solo a MATERA! Venite a visitare le famose chiese rupestri di Mottola, portate i vostri figli a far indossare i panni di giovani investigatori che cercano gli "indizi" che permettono di riconoscere i vari Santi affrescati nelle chiese rupestri di Mottola.
Occasione migliore... quella dell'invasione digitale, dal titolo Family-invasione: Piccoli detective in grotta...,
organizzata per il 26 aprile alle 9.30.

Vi riportiamo quanto pubblicato sulla pagina ufficiale dell'evento: http://www.invasionidigitali.it/it/invasionedigitale/family-invasione-piccoli-detective-grotta#.U06fdKJqmCY


Ecco una mattinata speciale, per tutti quei bambini che vorranno vestire i panni di giovani investigatori e cercare gli "indizi" che permettono di riconoscere i vari Santi affrescati nelle chiese rupestri di Mottola.
Durante la nostra VISITA-GIOCO, adulti e bambini verranno accompagnati in un viaggio metaforico nel Medioevo, dove impareranno a leggere la Biblia pauperum magistralmente raffigurata sulle pareti della "Cappella Sistina" della Civiltà Rupestre, e scopriranno l'iconografia dei Santi attraverso biografie, storie e leggende.
Al termine, i piccoli saranno premiati per il loro impegno con un piccolo omaggio ed una merenda biologica!
 
QUANDO: il giorno 26 aprile 2014, dalle 9.30 alle 12.00 ca.
DOVE: ritrovo 9.15 presso Ufficio Turistico di Mottola, V.le Ionio (ci si sposta in auto verso la chiesa rupestre di San Nicola).
CHI: la visita-gioco è adatta a bambini a partire dai 6 anni di età (i più piccoli possono essere aiutati dai genitori), accompagnati da un adulto
QUANTO: adulti gratis; bambini € 5,00, inclusa visita guidata con activity book/laboratorio, gadget e merenda finale. 
 
LA PRENOTAZIONE È OBBLIGATORIA ad info@lemuseservizi.it oppure 320/94.12.763
Si ringrazia l'Ufficio Turistico di Mottola per aver concesso l'ingresso gratuito al sito.

Trulli Alberobello

I trulli di Alberobello sono Patrimonio umanitario dell'unesco! Noi di #luoghiculturapuglia ci siamo già occupati di trulli della valle d'itria ma... non basta! Sponsorizziamo a gran voce l'invasione che si terrà ad Alberobello presso il museo del Territorio per scoprire i trulli!
Pagina ufficiale dell'evento: http://www.invasionidigitali.it/it/invasionedigitale/museo-del-territorio-di-alberobello-uninvasione-da-patriminio-mondiale#.U06fYqJqmCY

L'appuntamento è per Domenica, 27 Aprile, 2014 ore 17:00

Tra i monumenti riconosciuti dall'UNESCO vi è il Museo del Territorio "Casa Pezzolla": un meraviglioso, nonchè unico, complesso architettonico formato da 15 trulli comunicanti. Visitare questo Museo è un'occasione unica per conoscere le tradizioni materiali e immateriali del territorio e poter vivere l'esperienza di entrare nei trulli e coglierne le peculiarità architettoniche.
Una vera e propria #AlberobelloExperience da condividere, diffondere e vivere.
Con la collaborazione dell'Associazione Culturale Sylva Tour and Didactis e www.alberobellocultura.it.
ORGANIZZATORI: Domenico Pugliese

martedì 15 aprile 2014

Settimana santa a Taranto

Durante la settimana santa non potevamo esimerci dal fare tappa a Taranto dove la Pasqua, le sue tradizioni ed i suoi luoghi della cultura sono intrisi di conoscenze ed esperienze!
Ringraziamo applemichelephotoemojiemojiichele Grecucci photography per aver usato l'hasthag #luoghiculturapuglia e per averci offerto la possibilità di emozionarci con la settimana santa a Taranto!

Chiediamo a applemichelephoto di raccontarci qualcosa di più sulla settimana santa a Taranto, lasciando un commento in questo post. Ci auguriamo di scrivere tante storie sui luoghi della cultura in Puglia! Contribuite a far crescere le nostre storie, al momento vi ricordiamo che sono in corso di scrittura quella dei "Castelli di Puglia" e quella dei "Teatri di Puglia"...

lunedì 14 aprile 2014

Piazza Duomo Lecce

Rimaniamo a Lecce ma cambiamo scenario... Entriamo a testa alta in piazza Duomo a Lecce grazie a fabrixfragile che ci ha regalato questo splendido scatto!

Sebbene piazza Duomo a Lecce sia tra i luoghi della cultura più importanti di Puglia, chiediamo a fabrixfragile di raccontarci qualcosa di più su questa piazza, lasciando un commento in questo post. Ci auguriamo di scrivere tante storie sui luoghi della cultura in Puglia! Contribuite a far crescere le nostre storie, al momento vi ricordiamo che sono in corso di scrittura quella dei "Castelli di Puglia" e quella dei "Teatri di Puglia"... aspettiamo un commento, un aneddotto, una leggenda!

domenica 13 aprile 2014

Week end in Puglia

Proponiamo un week end in Puglia alla scoperta di un Paese in provincia di Bari NOCI! Un week end all'insegna della cultura in Puglia, proponendo un'invasione digitale da non perdere!
Organizzatore è Noci My Destination che alla pagina ufficiale dell'invasione http://www.invasionidigitali.it/it/invasionedigitale/invasioni-digitali-citta-di-noci-e-del-suo-interland#.U0tqJKJqmCY ci ha descritto una due giorni fenomenale:
3 MAGGIO:
Ore 10.00 – RITI SACRI DELLA MADONNA DELLA CROCE (Il 3 maggio, giorno dell’Invenzione della Croce, a Noci si celebra il Rito Sacro Madonna della Croce c/o Chiesa Matrice. E’ qui che si svolge il primo appuntamento del patrimonio culturale della città di Noci. Dopo, raggiungeremo il santuario della Madonna della Croce)
Ore 16.00 – MASSERIA SORRESSO
4 MAGGIO:
Ore 10.30 - CHIESA DEL BARSENTO E CASALE
Ore 16.30 CENTRO STORICO | MUSEO NELLA STRADA 
... considerato che nella galleria fotografica di #luoghiculturapuglia e #cultureplacespuglia non abbiamo ancora premiato nessuna fotografia di Noci... vi diamo appuntamento per il week end in Puglia per invadere Noci oltre che con gli hasthag #invasionidigitali e #liberiamolacultura... anche con quelli del nostro challenge!!!


AGGIORNAMENTO! Programma completo
3 MAGGIO 2014 Ore 10.00 – RITI SACRI DELLA MADONNA DELLA CROCE
A cura della cooperativa MERIDIES
Il 3 maggio, giorno dell’Invenzione della Croce, a Noci si celebra il Rito Sacro MADONNA DELLA CROCE c/o Chiesa Matrice. E’ qui che si svolge il primo appuntamento del patrimonio culturale della città di Noci. Dopo, raggiungeremo il santuario della Madonna della Croce dove si svolgeva un antichissimo rito si facevano passare per tre volte i bambini malati di ernia attraverso il ramo tagliato in senso longitudinale di una grande quercia. La mattina del 3 maggio nel boschetto adiacente al Santuario si tagliava con cura e maestria in senso longitudinale un giovane ramo di quercia in modo da ricavarne un'apertura sufficientemente utile per fa passare un bambino ma, nello stesso tempo, preoccupandosi di non danneggiare irrimediabilmente il ramo e di non staccarlo dall'albero. Nello spacco del ramo, divaricato, veniva quindi fatto passare per tre volte il bimbo affetto da ernia inguinale. Dopo aver fatto combaciare i margini dello spacco, il ramo veniva accuratamente legato con spago e raffia. La sorte del bimbo era legata a quella del ramo: se quest'ultimo l'anno successivo era ancora vegeto, la guarigione del bambino era assicurata. Il 31 maggio terminano i festeggiamenti della Madonna della Croce, copatrona della città. Con una suggestiva processione, che parte dal borgo antico, l’effige della Vergine, torna al suo santuario, poco fuori città e risalente al 1483. Qui l’attende una messa sul sagrato della chiesetta e, dopo il momento religioso, una festa campestre con stand di degustazione di prodotti tipici, artisti di strada, musicanti.
Ore 16.00 – MASSERIA SORRESSO
A cura dell’Associazione Terra delle Noci
Vissuta in un periodo precedente rispetto al 1861, la Masseria pare essere stata terra calpestata dai briganti addirittura nel 1820, a dimostrazione del fatto che, a dire della guida, Antonello Roberto, il brigantaggio non ci fu soltanto nel periodo post-unitario, ma anche e soprattutto durante quello pre-unitario. Tuttavia nel corso del tempo la Masseria ha assunto svariate funzioni. Fu adibita alla produzione dell'olio, alla conservazione del grano e al ricovero del bestiame. Particolare non indifferente dal punto di vista strutturale, la presenza di ben 2 iazzi. La Masseria, abitata sia dal ceto contadino che da quello signorile, divenne negli anni '50 una scuola di campagna ed accoglieva, in ben due stanze, tutte e cinque le classi elementari. Insomma Masseria Sorresso ha rappresentato, a dire della seconda guida Antonio Natile, un vero centro autonomo per lungo tempo. Numerose sono le masserie disseminate nel vasto agro di Noci (circa 15.000 ettari). Tali masserie, dalle caratteristiche morfologiche diverse (copertura a pignon, a trulli, mista a pignon e trulli, a forma cubica), sono delle autentiche emergenze architettoniche e testimoniano il processo di antropoizzazione del territorio nocese verificatosi nel corso dei secoli. Interessanti le fasi di trasformazione subite nel tempo da queste strutture agrarie, anche per ciò che concerne la gestione stessa dell'intero complesso rurale. I primi abitacoli a trulli e a casedde si trasformarono nel corso degli anni in pagliai e stalle per la necessità di maggiori comodità sì da rendere più autonoma la vita di campagna rispetto al centro abitato distante, a volte, ore e ore di cammino. Nacquero così, già nel Settecento, i primi complessi masserizi, dotati anche di una dimora per i 'ualani e i lavoratori dipendenti e di cappella per la celebrazione della messa domenicale. Caratteristiche strutturali delle masserie sono gli jazzi, le corti, le cortaglie (recinti in pietra a secco per la custodia degli animali), i parieti (muretti di pietra a secco), le fogge per la raccolta dell'acqua e i tratturi per la viabilità interpoderale. All'indomani dell'Unità d'Italia, molte masserie, da semplici strutture di servizio, riattate e ampliate con radicali ristrutturazioni edilizie e abbellite con particolari cure architettoniche, si trasformarono in prestigiose dimore estive per i proprietari che abitavano nel centro cittadino. Questo è il periodo di maggiore sviluppo della masseria nocese coincidente, purtroppo, con l'avvio della trasformazione ambientale del territorio. Gli estesi terreni boschivi caratteristici del territorio nocese (da ricordare il bosco Bonelli, considerato, fino all'Unità d'Italia, il bosco più grande della provincia di Bari), cedono il posto alle colture seminative, anche a sostegno di spazi destinati all'allevamento bovino. Le restanti aree boschive, tuttavia, sia pure meno estese rispetto al passato, continuano a rendere ancora verdi le nostre colline e a regalare salutare ossigeno. Tra le masserie più interessanti e più antiche, la maggior parte delle quali sono ancora aziende agri-zootecniche abbastanza attive, sono anche da citare: Bonelli, Murgia Albanese, San Giacomo, Le Monache, Morea, L'Aglio, Sarmenzano, Giannevolta, Pezzata. Talune masserie, adeguatamente ristrutturate, nel pieno rispetto della salvaguardia del patrimonio architettonico e ambientale, sono attualmente adibite ad aziende agrituristiche.
4 MAGGIO 2014 ORE 10.30 - CHIESA DEL BARSENTO E CASALE 
a cura di FRANCESCO GIACOVELLI 
Giornata che permetterà la visita alla chiesa ed alla costituenda Area Naturale. Tra Noci e Putignano, nell’antico Casale di Barsentum, di probabile origine messapica, sorge oggi un complesso di straordinario fascino, a testimonianza delle lunghe e continuative fasi di occupazione di questo sito: la masseria I Monti e l’annessa chiesetta di Santa Maria di Barsento. Masseria I Monti risale al XVI secolo, anche se recenti lavori di restauro hanno messo in luce strutture architettoniche ben più antiche: risalirebbero infatti al XII secolo gli archi a sesto acuto e a tutto sesto riconducibili ad un originario insediamento monastico annesso alla vicina Chiesa di Santa Maria di Barsento. Quest’ultima si presenta oggi come uno straordinario esempio di architettura romanica ante litteram. Edificata tra XI e XII secolo, la piccola chiesa presenta una facciata monocuspide preceduta da un piccolo protiro, mentre all’interno, tre navate con copertura a botte introducono ad uno sviluppo di tipo longitudinale. Il sistema qui utilizzato per la copertura degli spioventi con piccole chianche giustapposte ed autoportanti, è caratteristico di quel tipo di edilizia civile che largo impiego troverà nei secoli succesivi nei trulli e, più in generale, nelle numerose costruzioni rurali di tipo "a secco". ORE 16.30 CENTRO STORICO
MUSEO NELLA STRADA a cura di PASQUALE GENTILE
Caratterizzato dalle singolari costruzioni in muratura bianco calce con i tipici tetti a pignon di locale pietra calcare (le chiancarelle), il cuore dell'antica Noci si articola tra le linde e tortuose viuzze e le caratteristiche gnostre (da chiostro, dal latino claustrum, luogo chiuso), piccole corti comuni dove un tempo si consolidava la legge del vicinato: vi giocavano i bambini, le donne si disponevano a sbucciare le fave, rammendare, filare, si condividevano gioie e dolori. Che vi si acceda dalla centralissima via Porta Putignano, o dai numerosi accessi dell'anello dell'estramurale, lo spettacolo non cambia: fantasiosi comignoli in pietra, giochi di scale, panche di pietra, boccagli di pozzi, magici abbaini, deliziose loggette con verdi pergolati regalano all'occhio del visitatore atmosfere e profumi arcaici, mentre qua e là, quasi in un involontario gioco del nascondino, si scoprono le tipiche edicole votive, dedicate soprattutto al patrono San Rocco e alle madonne di casa nostra. Non mancano le antiche ed eleganti residenze signorili sapientemente ristrutturate, che si distinguono dai magnifici portali di accesso sormontati dallo stemma di famiglia e dagli artistici balconi in ferro battuto.

Castello Carlo V Lecce

Continuiamo a popolare le NOSTRE storie grazie a uru73 Davide che ci ha postato la foto del soffitto della sala più grande del Castello Carlo V di Lecce! Non abbiamo perso nemmeno un istante... la trovate qui: https://storify.com/culturapuglia/castelli-di-puglia

Chiediamo a uru73 di raccontarci qualcosa di più su questo stemma, lasciando un commento in questo post. Ci auguriamo di scrivere tante storie sui luoghi della cultura in Puglia! Contribuite a far crescere le nostre storie, al momento vi ricordiamo che sono in corso di scrittura quella dei "Castelli di Puglia" e quella dei "Teatri di Puglia"...Oggi abbiamo aggiunto la foto del Castello Carlo V di Lecce...  adesso aspettiamo un commento, un aneddotto, una leggenda!


sabato 12 aprile 2014

Resti tempio romano

Si torna in provincia di BAT grazie a Marii che ci ha postato una foto dei resti del più importante tempio romano dell’Italia meridionale dedicato a Minerva-Atena tempio romano risalente al 318 a.C. rinvenuto a Canosa di Puglia.

Chiediamo a Marii di raccontarci qualcosa di più su questo tempio, lasciando un commento in questo post. Ci auguriamo di scrivere tante storie sui luoghi della cultura in Puglia! Contribuite a far crescere le nostre storie, al momento vi ricordiamo che sono in corso di scrittura quella dei "Castelli di Puglia" e quella dei "Teatri di Puglia"... 

Week end a Taranto

Andiamo per #invasionidigitali... oggi proponiamo un'idea di week end a Taranto, un week end all'insegna della cultura a Taranto! Approfittiamo dell'invasione al MARTA Museo Archeologico Nazionale.
In verità "I luoghi della cultura in Puglia" ha già scritto di questo interessante museo alla pagina http://www.aroundpuglia.com/2014/03/particolare-del-museo-archeologico-di.html
Appuntamento a Taranto è per Giovedì, 24 Aprile, 2014 - 18:00 quando, al costo di € 5 (ingresso gratuito fino ai 18 ed oltre i 65 anni), si avrà una guida turistica gratuita per scoprire i tesori nascosti! Hashtag da utilizzare: #invasionidigitali #marta #taranto
Pagina ufficiale dell'invasione http://www.invasionidigitali.it/it/invasionedigitale/marta-museo-archeologico-nazionale-0
La fedele descrizione riporta:
Il Museo Nazionale Archeologico di Taranto è fra i più importanti d'Italia e fu istituito nel 1887.
Il Museo occupa fin dalle origini l'ex Convento dei Frati Alcantarini, costruito a metà del XVIII secolo e, in seguito ad interventi di ingrandimento a metà del XX secolo, l'adiacente corpo settentrionale dell'Ala Ceschi.

Da dicembre 2013 sono aperte al pubblico le nuove sezioni espositive del Museo dedicate alla città romana, alla città tardoantica ed altomedievale fino alla rifondazione bizantina dell’XI secolo d.C.
Sono fruibili nuove sale dedicate alla ricca documentazione delle produzioni tarantine e delle importazioni di età romana, dei variegati corredi della necropoli della città, a partire dalla conquista di Q. Fabio Massimo del 209 a.C. fino al III secolo d.C.
Nelle vetrine risaltano le bellissime oreficerie, arricchite da paste vitree e pietre colorate, le terrecotte policrome ancora di tradizione greca, ossi, avori, e soprattutto vetri colorati importati che caratterizzano le sepolture ad incinerazione di età imperiale, fino ai frammenti di eccezionale eleganza di un sarcofago in marmo con scena di assalto alle navi.
La sezione dedicata alla città dal tardoantico all’età bizantina offre una vasta documentazione dei pavimenti musivi dell’edilizia pubblica e privata, con motivi geometrici e figurati policromi e materiali da scavi stratigrafici recenti (Villa Peripato, Palazzo delli Ponti, Cattedrale di S. Cataldo) che hanno fornito dati rilevanti per la ricostruzione del centro antico in tali fasi cronologiche. Nell’ultima sala sono anche inserite epigrafi funerarie di Ebrei, Cristiani e Musulmani, che documentano la presenza a Taranto di genti di cultura e religione diverse fra il IV e l’XI secolo d.C.

Non ci rimane che augurarvi un buon week end a Taranto presso il Museo Archeologico Nazionale (Marta), 10 Via Camillo Benso Conte di Cavour - 74100 Taranto.

Il week end a Taranto si arricchisce di una nuova invasione quella al Museo Etnografico Majorano - Palazzo Pantaleo, appuntamento è per tutti martedì, 29 Aprile, 2014 ore 15:00, ingresso GRATUITO con guida!
Dalla pagina ufficiale http://www.invasionidigitali.it/it/invasionedigitale/museo-etnografico-majorano-palazzo-pantaleo#.U1E15KJqmCY apprendiamo che:
Il Museo Etnografico Alfredo Majorano, ubicato all'interno della splendida struttura settecentesca di Palazzo Pantaleo, si compone dei numerosi reperti che l'etnografo tarantino Alfredo Majorano ebbe modo di raccogliere e documentare nel corso della sua vita con un attenzione che non è difficile definire scientifica.
Nelle sale di questo museo dell’identità tarantina, si riscoprono modi, tempi e suggestioni del passato della città: oggetti legati al mare, alla terra ed al lavoro di tutti i giorni, ceramiche, giochi antichi, pupi e statuine che raccontano il momento ludico e quello devozionale, tanto caro ai tarantini.
Le magnifiche stanze di Palazzo Pantaleo, caratterizzate da soffitti e pavimenti originali, ancora perfettamente conservati, accolgono le tradizioni di Taranto, con grande attenzione ai riti della Settimana Santa, ma anche ai giochi di una volta, ai fischietti e ai manufatti in terracotta grezza o colorata, passando per la ritualità magico religiosa del tarantismo e le riproduzioni dei dolci e dei pani tipici locali.
Una nuova perla nell’offerta museale di Taranto, completata dalla bellezza di questo palazzo storico, in cui sarà possibile visitare anche le stalle e le cucine.

Hasthag ufficiali, oltre a #invasionidigitali, #invaditaranto #palazzopantaleo... non dimenticate quelli ufficiali del challenge "I luoghi della cultura in Puglia": #luoghiculturapuglia e #cultureplacespuglia!

venerdì 11 aprile 2014

Castello Svevo di Bari

Un altro castello si aggiunge alla nostra storia https://storify.com/culturapuglia/castelli-di-puglia/ grazie allo scatto del Castello Svevo di Bari, opera di cate51, cui va tutta la nostra stima ed i nostri ringraziamenti!
A questo punto però chiediamo un sforzo a cate51 e a tutti coloro i quali avessero maggiori info sul Castello Svevo di Bari...

Animante le nostre STORIE con un commento a questo post, vi chiediamo la vostra sensazione nel vedere questo Castello, una leggenda, un aneddoto che volete condividere con gli utenti della rete e far diventare parte integrante delle prossime guide open source... OPERA dei nostri fedeli lettori, fotografi, amanti della NOSTRA REGIONE!
Oltre alla storia dei Castelli di Puglia è in scrittura quella dei Teatri di Puglia: http://storify.com/culturapuglia/teatri-di-puglia

giovedì 10 aprile 2014

Chiesa di S. Antonio a Manduria

Il nostro su e giù prosegue... oggi torniamo a Manduria, in provincia di Taranto, per apprezzare la chiesa di S. Antonio! Lo scatto è di vivianabianco. Già  insignita della foto del giorno... ci sta prendendo gusto! COMPLIMENTI!
Ci auguriamo possiate contribuire a far crescere le nostre storie, al momento vi ricordiamo che sono in corso di scrittura quella dei "Castelli di Puglia" e quella dei "Teatri di Puglia"... come? PER TUTTI, vale sempre la stessa regola: commentare questo post o a qualunque altro post di questo blog... lo sposteremo sulle STORIE!